La bellezza accessibile Un nuovo progetto di fruibilità del patrimonio


a cura della redazione di Network Museum

Prosegue il nostro impegno alla ricerca di ciò che si possa trovare oltre l’idea di accessibilità, segnalando, in occasione del 3 dicembre, “Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità”, come stabilito dal Programma di azione mondiale per le persone disabili adottato nel 1982 dall’Assemblea generale dell’ONU e sostenuto dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, un nuovo progetto di accessibilità, realizzato dal Museo Civico “Amedeo Lia”.

Si intitola “La bellezza accessibile” 2016: progetto di fruibilità del patrimonio, che vedranno impegnati, oltre al museo spezzino, lo scultore non vedente Felice Tagliaferri e Michele Monfroni, che hanno realizzato il bassorilievo prospettico in marmo dell’Autoritratto di Pontormo, dipinto significativo del percorso museale e simbolo del Museo stesso. L’opera sarà dotata di propria didascalia in braille realizzata dal Museo Tattile Statale Omero e consentirà di avvicinare a questo capolavoro bidimensionale del Museo persone non vedenti e ipovedenti.

Network Museum seguirà l’evento.

Dal comunicato stampa del museo Museo Civico “Amedeo Lia”

“Ogni anno, il 3 dicembre, si celebra la Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità come stabilito dal Programma di azione mondiale per le persone disabili adottato nel 1982 dall’Assemblea generale dell’ONU e sostenuto dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. L’evento ha lo scopo di promuovere la diffusione dei temi legati alla disabilità per sensibilizzare l’opinione pubblica ai concetti di dignità, diritti e benessere delle persone con diverse abilità accrescendo la consapevolezza dei benefici che possono derivare dall’integrazione delle disabilità in ogni aspetto della nostra vita sociale. Condividendo tali principi, anche quest’anno il Museo Civico “Amedeo Lia” della Spezia, nel solco delle esperienze compiute negli ultimi anni, porta avanti il progetto “La Bellezza Accessibile” nell’ambito del quale sono stati effettuati interventi ed iniziative volti a migliorare l’accessibilità della collezione museale, andando incontro alle specifiche esigenze di visitatori non vedenti, ipovedenti e sordi. Difatti il prossimo 4 dicembre alle ore 17 al Museo Lia sarà presentata ed inaugurata una duplice implementazione del percorso tattile esistente, che già prevede la possibilità di toccare un piccolo nucleo di sculture e oggetti del Museo che sono parte integrante del percorso espositivo in originale. Nella sala 7 del Museo, in cui sono esposti i ritratti cinquecenteschi della Collezione, accanto all’Autoritratto di Pontormo, dipinto significativo del percorso museale e simbolo del Museo stesso, sarà collocato il suo corrispondente bassorilievo prospettico realizzato in marmo dallo scultore non vedente Felice Tagliaferri e da Michele Monfroni. L’evento ha una portata assolutamente unica in quanto è la prima volta in Italia che uno scultore non vedente realizza questo genere di opera destinata ad un percorso tattile con tutti i requisiti sensoriali che l’opera deve possedere per chi ne vorrà fruire. L’opera sarà dotata di propria didascalia in braille realizzata dal Museo Tattile Statale Omero e consentirà di avvicinare a questo capolavoro bidimensionale del Museo persone non vedenti e ipovedenti”.


Coordinate di questa pagina, fonti, collegamenti ed approfondimenti.

Titolo: “La bellezza accessibile”
Sezione: “Oltre l’idea di accessibilità”
Autore: Network Museum
Codice:  INET1612021700MANa1
Ultimo aggiornamento: 02/12/2016
Pubblicazione in rete:
2° edizione, 02/12/2016
3° edizione, 03/12/2018

Fonte contenuti e proprietà intellettuale: INFOGESTIONE s.a.s
Fonti immagini:  http://museolia.spezianet.it/
Fonte video e contenuti multimediali:  –

Collegamenti per approfondimenti inerenti al tema:
– Sito del Museo Civico “Amedeo Lia”: http://museolia.spezianet.it/
– L’intervista di Network Museum a Felice Tagliaferri: “Vedere con le mani”